EN IT | Club | Newsletter | Forum |
 The North Face
Home page
Info, contatti
Tutti i prodotti
News
 PRODOTTI - The North Face
Abbigliamento da montagna
Super Hike Jacket
Gore Foehn Jacket
Storm Shadow Jacket
DNP Hoodie
Feather Lite Storm Blocker Jacket
Satellite Pant
Alpine Project Wind Jacket
Calzature da montagna
Ultra Kilowatt
Ultra Trail
Verto S4K GTX
Havoc GTX XCR
Men's Havoc Mid GTX XCR
Verbera Backpacker GTX
Zaini
Cinder Pack 40
Men's Banchee 35
Verto 32
Waterproof Duffel
 NEWS - The North Face
25/07/13
Il team internazionale di climber The North Face® apre una nuova via multipitch durante la spedizione The Reunion
Con i suoi sette tiri, “Zembrocal”, sull’Isola della Riunione, diventa una delle vie multipicth più difficili al mondo
www.thenorthface.com/eu
The North Face

Stabio, 24 luglio 2013 - The North Face®, leader mondiale nel settore dell’abbigliamento, dell’attrezzatura e delle calzature outdoor tecnicamente d’avanguardia, annuncia il ritorno degli atleti del team The North Face® Caroline Ciavaldini (FRA), Sam Elias (USA), Yuji Hirayama (JAP), Jacopo Larcher (ITA) e James Pearson (UK) dalla spedizione “The Reunion”, durante la quale hanno aperto con successo e in libera “Zembrocal”, una nuova via multipitch sul basalto dell’Isola della Riunione.

Con la protezione di attrezzatura tradizionale (friend e nut), ma con l’ausilio di spit dove richiesto, sono stati necessari diversi giorni per aprire la via dal basso. Il nome “Zembrocal” si riferisce a un famoso piatto creolo composto da un mix di diversi ingredienti che mantengono comunque le loro caratteristiche originali.

La climber Caroline Ciavaldini è cresciuta sull’Isola della Riunione, nell’Oceano Indiano, dove ha anche imparato ad arrampicare: seguendo il tipico percorso dell’arrampicata sportiva e agonistica, Caroline ha dedicato la sua vita allo sport per 15 anni, affermandosi come una delle migliori climber a livello mondiale. Dopo essersi ritirata dalle gare, ha quindi scoperto un nuovo entusiasmante lato dell’arrampicata, sia essa tradizionale o alpine multipitch, e si è posta nuovi obiettivi nella vita. L’idea di ritornare alla Riunione per provare ad aprire una nuova e difficile via multipitch è nata non solo dal desiderio di far conoscere al mondo l’isola della Riunione, ma anche dalla voglia di presentare una nuova realtà alla Riunione stessa.

Il team, composto da atleti internazionali scelti per la varietà delle loro conoscenze e caratteristiche, aveva un sogno semplice: aprire una nuova via multipitch su una parete vergine e dal basso. I climber si sono quindi concentrati sulla parete intentata di La Chapelle, Cilaos. A una prima esplorazione la parete è sembrata promettere bene, ma il team ha presto scoperto che la roccia non si sarebbe lasciata conquistare facilmente. Sezioni vergini e non protette e ampi boulder hanno reso la progressione verso l’alto difficile e pericolosa e in più di un’occasione la giornata si è conclusa con l’incertezza su come continuare.

“Volevamo mostrare all’isola un ‘nuovo’ stile di arrampicata puro, che inizia dal basso invece che da una calata a corda doppia, che utilizza una quantità minima di spit e preferisce sfruttare friend e nut per una protezione naturale”, commenta Caroline Ciavaldini. “L’apertura di questa nuova via è stata una sfida difficile che ha richiesto un’intera settimana per essere portata a termine. In questa zona il basalto ha creato blocchi di enormi dimensioni che potevano cadere non appena li toccavamo: spesso ci è capitato di dover passare su rocce insicure per riuscire ad aprire la via e pulire i passaggi più in alto. Per la maggior parte del tempo abbiamo utilizzato due mezze corde con una corda di scorta per paura di tagliarle”.

Con un totale di sette tiri, 7a, 8a, 8a, 8a, 8c+, 6c e 7a per 140 metri, Zembrocal è una delle vie multipitch più difficili al mondo. Tutti i tiri sono stati scalati in libera e tra tutti spicca il quinto (8c+), scalato in libera da Yuji Hirayama in un tentativo nell’ultima giornata dopo che il team aveva già rimandato il volo di ritorno per raggiungere questo ambizioso obiettivo”.

“The Reunion Expedition” è stata supportata da The North Face®, Edelrid ha fornito le corde e l’attrezzatura per la cucina mentre Wild Country ha fornito i friend.

Per maggiori infomazioni sulla spedizione e sugli atleti del team The North Face®, è possibile visitare il The North Face Journal all’indirizzo www.thenorthfacejournal.com/category/climbing/la-reunion



Condividi
 NEWS - The North Face
08/04/14
Hervé Barmasse: primo concatenamento invernale delle 4 creste del Cervino
31/03/14
The North Face® festeggia l'arrivo delle giornate più lunghe e ti invita a esplorare di più
26/03/14
Pronti per la Primavera The North Face? Godetevi le giornate più lunghe e una nuova stagione outdoor!
12/03/14
Cancellata per motivi di sicurezza la tappa di Revelstoke dello Swatch Freeride World Tour by The North Face®
07/03/14
Timothy Olson sale sul podio della The North Face Transgrancanaria 2014
26/02/14
Nanga Parbat: terzo e ultimo tentativo di vetta per Simone Moro e David Goettler
 CERCA
  
 PLANETMOUNTAIN.COM
dot
dot
ROCK
Vie in Dolomiti
Vie di più tiri
Falesie Italia
Falesie Mondo
Boulder
Competizioni
Muri
dot
ICE
Cascate di Ghiaccio
Grandi Cime
Competizioni
dot
SNOW
Scialpinismo
Freeride
dot
TREKKING
Italia - Europa
Extraeuropeo
Vie Ferrate
Ciaspe
Rifugi, bivacchi
dot
EXPEDITIONS
MOUNTAIN INFO
Rifugi
Guide Alpine
NEWS
dot
SPECIAL
Fotografi
Protagonisti
Weblink
Cerco - Vendo
Panorami a 360°
Libri e Video
dot
LAB
Tecniche
Materiali
dot
EXPO
FORUM
Newsletter
Info
dot
Copyright©Mountain Network s.r.l - P.IVA 03528410289 - Inviate i vostri commenti e suggerimenti a PlanetMountain.com
dot
ENGLISH VERSION
dot
dot